Sei in: > home > francia > alte alpi > viaggio

Viaggio nelle Hautes-Alpes francesi

Lac-de-Serre-Ponçon: camping liberoIvrea / Savines-le-Lac

Il nostro viaggio verso la regione delle Alte Alpi francesi inizia con un rapido tratto di autostrada fino a Oulx (in Val di Susa), da cui raggiungiamo Cesana Torinese, ed infine la salita al colle del Monginevro.

È qui che entriamo nel dipartimento delle Hautes-Alpes, nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, più volte battuta dai nostri itinerari. Il passo, anche se ancora in piena attività sciistica, è agevole e, grazie alle nuove gallerie sul lato italiano, raggiungibile in modo ancor più indipendente dalle condizioni meteo.

La discesa lungo i tornanti francesi ci porta nella valle scavata dal fiume Durance, che a meno di un centinaio di km più a valle forma il lago di Serre-Ponçon. In questa stagione l'area, meta preferita di kite-surfer e wind-surfer, non è molto frequentata, facciamo quindi poca fatica a trovare posto per la sosta e la seguente grigliata. Il livello dell'acqua è molto basso e lontano dalla solita riva, e la temperatura non invoglia certo un tuffo.

Embrun e Mont-Dauphin

Dopo un paio di giorni splendidi, il tempo si guasta e decidiamo di fare ritorno in Italia, effettuando qualche visita ai paesi che solitamente vengono superati rapidamente in fase di trasferimento (vedi itinerario in Spagna o altri viaggi in Francia). La prima sosta è ad Embrun, piccolo paesino all'estremo nord del lago. Sorge sul bordo di una rupe sul fiume Durance, dalla quale si gode un ottimo panorama sulla valle sottostante.

La tappa seguente è una nota attrazione turistica: Mont-Dauphin. Il villaggio, abitato, è situato interamente all'interno delle mura del Forte Vauban, risalente al XVII secolo, e dal 2008 appartenente al Patrimonio dell'umanità UNESCO. Oltre ai negozietti nelle vie del paese, potete visitare alcuni edifici storici come l'arsenale e la polveriera.

Briançon / Ivrea

Briançon: tettiSpostandoci ancora di qualche km troviamo un altro villaggio fortificato progettato da Vauban e Patrimonio UNESCO, parliamo di Briançon. A differenza di Mont-Dauphin, qui il forte ha più nuclei, distribuiti su entrambe le rive della Durance, e quindi il complesso è molto più grande e l'abitato non si limita alle case dentro le mura. Il paese è molto vivo anche durante la stagione invernale, in quanto dotato di impianti sciistici a pochi passi dal centro. Oltre l'ex opificio, andato a fuoco in epoca recente, lungo le rive del fiume, sorge un parco avventura con divertimenti per grandi e piccini.

Terminata la visita riprendiamo la salita verso Montgenèvre e la seguente discesa sul versante italiano del passo, fino a casa.

© 2013-2019 thomasmoore.it