Costa Atlantica
Sei in: > home > francia > aquitania > poitou-charentes

Poitou-Charentes e la Costa Atlantica

Ivrea / Île de Ré (km 1125)

Lyon: rue MercièreQuest'anno decidiamo di dirigerci verso l'unico tratto di costa francese che ci mancava visitare: quello sull'Oceano Atlantico a sud della Bretagna (vedi viaggi precedenti), noto come la Costa d'Argento, nella regione francese di Aquitaine (Aquitania).

Come per altri viaggi precedenti, entriamo in Francia attraverso il passo del Monginevro. Questa volta raggiungiamo Grenoble attraverso la meravigliosa strada panoramica del Col du Lautaret.

Proseguiamo quindi fino a Lyon dove effettuiamo la nostra prima sosta francese. Il bellissimo centro di Lione, attraversato dai 2 fiumi Rhône e Saône, ricorda per molti versi quello della nostra Torino, con la vivace vita notturna attorno alla rue Mercière.
Una visita la merita il centenario parco de la Tête d'Or con il suo zoo pubblico, il giardino botanico con le sue serre monumentali e l'adiacente modernità della Cité Internationale di Renzo Piano.

La tappa seguente è Clermont-Ferrand, dove torniamo a visitare il parco Vulcania (vedi Itinerario Vulcani). Continuiamo fino ad Aubusson, bel paesino ai piedi di colline, boschi e pascoli. Poi Limoges, Angoulême e finalmente Cognac, che offre visite guidate a stabilimenti e cantine della sua preziosa e nobile bevanda (lungo il fiume: Hennessy).

Attraversando Saintes e Rochefort raggiungiamo l'Oceano Atlantico a La Rochelle, dove imbocchiamo il ponte (€ 16,50 a camper) per l'Île de Ré. L'isola, essendo interamente attraversata da piste ciclabili, è ideale da girare in bicicletta (bambini compresi). Alcune sue spiagge sono stupende (la Conche) altre, per effetto delle maree oceaniche, possono scoprire distese di alghe e scogli (amati dai cercatori di ostriche, granchi e molluschi).

La Rochelle / Cap Ferret (km 400)

La Palmyre: plageTornati sulla "terraferma" visitiamo La Rochelle e proseguiamo lungo la costa atlantica verso sud, fino alla forêt de la Coubre, presso La Palmyre. Il "primo zoo di Francia" a pochi km di distanza rappresenta un'ottima alternativa alle splendide spiagge, per i bambini, in un giorno di pioggia. Qui scopriamo anche il Pineau des Charentes, un liquore a base di Cognac che si serve freddo come aperitivo. Attraverso gli sterminati vigneti della zona incontriamo molti produttori di questo ottimo nettare, oltre all'onnipresente Cognac (che a giudcare dalla temperatura, ha bisogno di molto caldo per maturare!).

Attraversata la Gironde (e i suoi 2 affluenti Dordogne e Garonne), alla periferia sud-ovest di Bordeaux (un'altra importante città "alcoolica" francese), troviamo Pessac, dove sorge un piccolo quartiere progettato interamente da Le Corbusier (vedi altre opere di Le Corbusier): gli edifici, villette per lo più mono o bifamiliari, presentano diversi stati di conservazione e (purtroppo) degrado.

Scappando ancora dal caldo torrido che avvolge la zona di Bordeaux (la visiteremo successivamente, nel viaggio ai Castelli della Loira), arriviamo nuovamente sulla Côte d'Argent, più precisamente a Cap Ferret, incantevole villaggio di case sulle dune, da dove godiamo un'ottima vista sul Bassin d'Arcachon ad est e sull'oceano aperto ad ovest.

Continua...

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Spiaggia
  • Passerelle du Palais de Justice
  • La Conche
  • Casa
  • Insegna vintage
  • Portone
© 2013-2019 thomasmoore.it