Gole dell'Ardèche in canoa
Sei in: > home > francia > castelli della loira > gole dell'ardèche

Le gole dell'Ardèche

Bordeaux / Gorges de l'Ardèche (km 670)

Lasciamo Bordeaux a malincuore e, attraverso sterminati vigneti, ci dirigiamo lentamente verso il ritorno, seguendo il corso della Dordogne. Sulle sue sponde segnaliamo il pittoresco paese di Beynac-et-Cazenac. Poco più a nord visitiamo Sarlat-la-Canéda, città medievale, famosa per il suo mercato di prodotti tipici del Périgord: noci, foie gras e tartufi, ma anche formaggi e salumi. I numerosi parcheggi attorno al centro pedonale danno l'idea di quanto si meriti una sosta (i camper, gratis, nel parcheggio a nord ovest). Nei dintorni, numerosi insediamenti e grotte preistoriche.

Da questo punto in poi pigiamo forte sull'acceleratore (sempre nei limiti imposti sulle strade francesi!), e passiamo Figeac, Decazeville, Rodez e Mende, in modo da arrivare ad Aubenas e, poco più a sud, alle Gorges de l'Ardèche.

Gole dell'Ardeche: canoeMolti sono i tratti dell'Ardèche percorribili in canoa o mezzi simili, ma il più spettacolare è il tratto che da Vallon-Pont-d'Arc conduce in 7-8 ore di pagaia a Saint-Martin-d'Ardèche, attraverso le Gole dell'Ardeche. Esiste anche la possibilità di spezzare la discesa in 2 giorni, campeggiando esclusivamente nei luoghi predisposti lungo il fiume (l'occorrente va portato con sè in canoa in quanto non raggiungibili da strade esterne).

In tutta la zona non si fatica a trovare canoe o kayak in affitto e conseguente recupero in furgone; tra le condizioni degne di nota però: avere più di 7 anni! Ci accontentiamo quindi delle viste spettacolari su anse e gole dell'Ardeche che offrono dall'alto i circa 30km della strada D290. Arrivati a St-Martin risaliamo a nuoto un breve tratto delle temperate e calme acque del fiume.

Gorges de l'Ardèche / Ivrea (km 420)

Il nostro itinerario continua, dopo Nyons, lungo le gole di un altro fiume, l'Eygues, stavolta percorso in basso, vicino al letto del fiume. Ci concediamo una tappa a Rosans, dove un bacino artificiale (plan de l'eau) ad accesso e parcheggio gratuiti ci rinfresca dal caldo torrido della Provenza.

Seguono Gap, Briançon e, alla sera, facciamo in tempo a vedere il tramonto sui vellutati campi da golf del Col de Montgenèvre, che d'estate prendono il posto delle piste da sci della Via Lattea.

Il giorno dopo, casa dista poco meno di 3 ore...

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Noleggio canoe
  • Stampa
  • Le pont d'Arc
  • Finestra
  • Fiammelle
  • Vista su Aiguèze
© 2013-2019 thomasmoore.it