Valle della Loira
Sei in: > home > francia > castelli della loira > valle della loira

La Valle della Loira: non solo castelli

Verso Orléans (km 440)

Loira in battelloProseguiamo il nostro viaggio cambiando dipartimento e fiume: dal Rhône passiamo alla Loire. Il nostro itinerario, dalla città di Roanne in poi seguirà sempre il corso della Loira, il fiume più lungo di Francia (escludendo il Reno che non è totalmente in territorio francese), ed i suoi canali navigabili.

Passiamo Digoin, città del Pont Canal (canale navigabile che passa sopra la Loira!) con un'ampia area sosta camper. La strada che segue costeggia boschi e pascoli dove non è raro avvistare cicogne, falchi o altri uccelli rapaci. Ci troviamo all'estremo sud occidentale della rinomata regione della Borgogna (Bourgogne) ed il paesaggio non manca di stupirci.

Proseguiamo verso Nevers fino alla confluenza dell'Allier (le Bec d'Allier), poi alla riserva naturale e parco fluviale di Pouilly-sur-Loire dove, oltre alle canoe, è possibile trovare numerosi vigneti di Pouilly-Fumé, noto vino sauvignon, come il vicino Sancerre.

A Gien incontriamo il primo castello sulla Loira, anche se c'è chi sostiene che ufficialmente i castelli sulla Loira comincino a Sully-sur-Loire, col suo meraviglioso castello a torri coniche circondato dall'acqua.

Il nostro itinerario continua verso Orléans, città consacrata a Giovanna d'Arco, che qui visse per qualche tempo e contribuì alla liberazione dagli inglesi. Ampi viali e vivaci vie pedonali caratterizzano il centro storico della città.

Orléans / Langeais (km 160)

Riprendiamo il nostro cammino ed attraversiamo Beaugency, dove lungo il fiume sorge un'area sosta camper, un parco giochi ed una spiaggia artificiale con piscina gratuita per i bambini (penso allestita dal comune in estate).

Deviando un po' dal corso della Loira poi è possibile visitare lo Château de Chambord, adagiato sul Closson (affluente della Loira) e circondato da una meravigliosa foresta, è uno dei più imponenti castelli di Francia.

Tornati sulla Loire, incontriamo Blois, il cui castello sorge in centro città e presenta sezioni di diversi stili: gotico, rinascimentale e classico. Consigliamo il panorama che si gode al di là del fiume, dalla sponda sud-est della Loira verso la città: case, castello e cattedrale, tutte bianche con tetti blu e comignoli rossi.

Castello di Blois: panorama

Il castello di Chaumont spicca invece su una leggera altura a ridosso della riva sud della Loira, mentre l'abitato di Chaumont-sur-Loire sorge ai piedi del castello, tra la collina ed il fiume. Il paese non è noto solo per il suo castello, ma anche per il Festival dei Giardini.

La tappa successiva ci porta ad Amboise, col castello ben visibile dalla sponda opposta, vi giace Leonardo da Vinci. A sud di Amboise si può facilmente raggiungere il corso del fiume Cher e trovare quello che, dopo Versailles, è il castello più visitato di Francia: Chenonceau. Unico castello della valle della Loira ad essere costruito attraverso il fiume, ha un giardino che è stato persino tracciato (e quindi ripercorribile virtualmente) su Google Maps. Noi lo abbiamo visitato in un precedente viaggio in Normandia.

Ad Amboise, come nelle precedenti tappe, ci sarebbe la possibilità di sostare la notte ma preferiamo proseguire il viaggio fino a Tours: scelta del tutto inopportuna. Tours infatti, per quanto bella, è una città molto grossa con poche possibilità di soste urbane per i camper, così, dopo una breve visita, proseguiamo il nostro viaggio. Prima costeggiamo delle case costruite a ridosso delle cave di tufo (trogloditiche?) e poi fino alla tranquilla Langeais.

Langeais / Nantes (km 220)

Nel tratto che segue, il bellissimo paesaggio non varia molto: la Loira scorre pigra nell'ampio alveo a disposizione e la strada la costeggia, incontrado qualche paesino ogni tanto, ma per lo più boschi o campi coltivati. Poco prima di arrivare a Saumur, attraversiamo il fiume per visitare una cava di champignons ed annesso ristorante.

Castello di Saumur: vignetiCastello "fiabesco" si può definire quello che domina la città di Saumur, con le sue torri ottagonali e tetti a punta. Di giorno si può parcheggiare lungo la banchina del fiume e tentare la scalata al castello, da dove godrete di un'ottima vista sulla città, la Loira e i dintorni.

Procediamo ancora qualche km ed arriviamo ad Angers, bellissima città che ci colpisce per la sua vibilità, poco traffico, tram ultramoderni e tanti locali, pur mantenendo un aspetto ed un carattere "storico".

L'ultimo tratto della Loira, noto come Basse-Loire, alle volte un po' monotono, ci porta a Nantes. Ma come qualche anno prima, di ritorno dal viaggio in Bretagna, ci fermiamo alla periferia sud di Nantes, a Rezé, per visitare nuovamente l'Unité d'Habitation di Le Corbusier: 17 piani di cemento armato e balconi colorati, sorretti da pilotis.

Continua...

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Case in legno
  • Rue Jeanne d'Arc
  • Cattedrale
  • Circo equestre
  • La Loira
  • Château Royal de Blois
© 2013-2019 thomasmoore.it