Castellane
Sei in: > home > francia > provenza & costa azzurra > costa azzurra

Costa Azzurra

Castellane / Cannes (km 100)

Castellane: campi di papaveri lungo la Route NapoléonDa Castellane si continua sulla "Strada di Napoleone", che conduce verso il mare attraverso altri campi di papaveri. Lungo la discesa verso Grasse (famosa per la produzione di profumi), vale la pena fermarsi a riposare all'ombra degli alberi che circondano il parco di St-Vallier-de-Thiey, piccolo paese delle Alpes Maritimes.

Giunti al mare nei pressi di Cannes, un bagno in mare è d'obbligo: fuori stagione dovrebbe essere facile trovare un parcheggio lungo la litoranea che corre a pochi metri dalla spiaggia (libera). Nonostante il divieto per i camper, nel centro e a "bordo mare" (divieti, anche di sosta, praticamente ovunque!), passiamo indenni la giornata e la notte a 2 metri dalla spiaggia.

Se il passaggio continuo di treni e macchine (soprattutto il sabato sera!) non vi infastidiscono, vale la pena di cenare in spiaggia, frequentata da pescatori locali, e poi fare 2 passi lungo la vicina Croixette o nelle caratteristiche vie interne, per poi tornare a dormire in camper tra la spiaggia, il lungomare e la ferrovia.

Cannes / Ivrea (km 350)

Tende: Musée des MerveillesLasciando Cannes in direzione Italia, le scelte sono molteplici: autostrada, litoranea, misto. Noi optiamo per la litoranea che si rivela, poco dopo Antibes, la scelta sbagliata (quasi un'ora di ingorgo per un centro temporaneamente "pedonalizzato" non segnalato!). Malgrado cio', e malgrado i vigili monegaschi, poco dopo percorriamo felicemente in camper(!) un paio di giri completi sul tracciato del Gran Premio di Montecarlo, non del tutto smantellato dopo appena 2 settimane. Sosta e pranzo lungo il mare, presso la "curva delle piscine".

Il rientro in Italia avviene attraverso il Col di Tenda: la strada si imbocca a Ventimiglia e costeggia il fiume Roya, riportandovi temporaneamente in Francia ed offrendo molti punti per sostare a rinfrescarsi o per visitare ad esempio Tende ed il suo Musée des Merveilles. Dopo il tunnel (gratuito) che porta nuovamente in Italia, si scende fino a Limone Piemonte e poi Cuneo. Il viaggio finisce a questo punto scegliendo se proseguire verso Torino lungo strade statali o di avvicinarsi alla A6 Torino-Savona, magari fermandosi per un boccone nei pressi di Carrù, Dogliani o Bra, terre di grandi vini italiani che nulla hanno da invidiare a quelli francesi.

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Camperista
  • Calcetto vintage
  • Musée des Merveilles
  • Panorama
  • Tandem
  • Dormi sepolto in un campo di grano...
© 2013-2019 thomasmoore.it