Costa jonica lucana
Sei in: > home > italia > basilicata > metapontino

La Piana di Metaponto

Dopo aver visitato il nord della Basilicata, arriviamo finalmente sulla costa jonica lucana, a Metaponto Lido.

Metaponto: le Tavole PalatineIn questo tratto, le spiagge sul Mar Ionio sono ampie e sabbiose, con qualche stabilimento ma anche molte spiagge libere. Ci godiamo un bel bagno ristoratore ed una cena sul lungomare. Prima di ripartire alla scoperta del litorale lucano, facciamo tappa all'area archeologica di Metaponto e alle poco distanti Tavole Palatine.

Le località successive che incontriamo lungo la costa del Metapontino sono Lido Quarantotto e Marina di Pisticci. L'accesso ai parcheggi sul lungomare non sarebbe consentito ai camper, ma ne abbiamo visto più di uno sostare impunito durante il giorno. Qui le spiagge sono meno affollate in quanto più lontane dai centri abitati.

Continuando a scendere lungo la costa, verso sud-est, troviamo Lido di Scanzano. Dormiamo in libera davanti al mare: spiaggia di sabbia enorme e pochissima gente, a pochi metri dall'ingresso del campeggio Le Due Barche.

Qui, per la prima volta in oltre 20 anni di camper ed altrettanti di plein air, si sono rifiutati di farci entrare - unico campeggio in zona - perché passate da poco le 20:00, ora di chiusura sbarre; insistiamo e ci dicono di essere pieni; indichiamo le piazzole vuote e ci dicono che sono prenotate; diciamo che l'indomani ce ne andiamo e se ne escono che avendo piovuto il campeggio è allagato (c'è del fango e qualche pozzanghera) e senza luce (al buio solo la zona bagni). Capito il messaggio ce ne andiamo e ci accampiamo gratis a pochi metri dall'ingresso.

NB: salvo questo spiacevole episodio, abbiamo notato che cordialità, gentilezza e disponibilità dei lucani sono davvero uniche.

ValsinniDopo circa 80 km percorsi lungo la costa jonica della Basilicata (la costa è lunga circa 35 km...) giungiamo a Policoro Lido. Forse la più mondana e frequentata tra le località lucane sullo Ionio. La spiaggia non è bellissima come quelle viste in precedenza, ma qui potrete scegliere diverse mete o attività: una pedalata nella pineta, una visita all'Oasi del Bosco Pantano di Policoro, lo "struscio" tra i baretti del lungomare o direttamente sulla lunghissima spiaggia.

Dopo tutti questi 'sacrifici' decidiamo di dedicare qualche ora alla cultura, al Museo Archeologico Nazionale della Siritide e l'annesso Parco Archeologico Siris - Herakleia, a Policoro.

Lasciamo così la Piana di Metaponto in direzione ovest, seguendo il corso del fiume Sinni, ai piedi del Parco nazionale del Pollino.

Lungo il percorso effettuiamo una sosta a Valsinni, poco prima della diga di Monte Cotugno, la diga in terra battuta più grande d'Europa. Puntiamo verso Pecorone, dove incrociamo la A3 Salerno - Reggio Calabria, poi Lauria ed infine scendiamo verso la costa di Maratea.

Continua...

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Parco Archeologico Siris - Herakleia
  • Salvagente
  • Spiaggia quasi deserta
  • Vasellame
  • Torre della Scanzana
  • Salame pezzente
© 2013-2019 thomasmoore.it