Siracusa
Sei in: > home > italia > sicilia > siracusa - ragusa

Da Siracusa a Ragusa

Lasciamo Catania e proseguiamo lungo la costa orientale della Sicilia fino a raggiungere la splendida Siracusa.

Il centro storico si trova sull'Isola di Ortigia, collegata a terra da 2 ponti. Qui si trova Piazza Duomo, a nostro parere una delle piazze più belle d'Italia, e poi un dedalo di stradine (più o meno pedonali) tra numerosi palazzi barocchi e chiese fino al lungomare. Facciamo scorpacciata di brioche con gelato.
Vi consigliamo di consultare una guida per un elenco completo di tutti gli edifici e le bellezze di questa città.

Siracusa: teatro greco

Più vicino all'area camper, per chi utilizza questo mezzo, si trova la Neapolis, parco archeologico di grande interesse: il Teatro Greco, le Latomie (antiche cave tra cui l'Orecchio di Dionisio), l'Anfiteatro Romano. Non perdetevi la granita al mandarino-arancio del baretto interno!

Noto: cattedraleLa nostra tappa seguente è Fontane Bianche, località balneare con alternanza di spiagge sabbiose e scogli dove praticare lo snorkeling. Riposati e rilassati proseguiamo per Avola, patria del noto vino nero.

Altra sosta all'insegna del Barocco: Noto, con la sua cattedrale (ricostruita dopo il crollo del 1996) ed un altro incantevole centro storico. La sera sostiamo a Lido di Noto.

Più a sud troviamo, deviando dalla statale per circa 2,5 km di sterrato, l'Oasi Faunistica di Vendicari, una Riserva Naturale ad accesso pedonale che conduce alla spiaggia nota come Calamosche. Peccato che si debba aspettare il tramonto, un po' meno affollato, per apprezzare questo paradiso. Fortunatamente sono vietati palloni e radio.

Al relax delle spiagge ed alla cultura delle città barocche alterniamo un'altra tappa "marinara", Marzamemi, paesino di pescatori con ancora intatta l'antica tonnara, sede oggi di alcuni ristorantini, per niente chiassosi o invadenti.

Proseguendo verso l'estremo sud-est della Sicilia, dove le acque del Mar Ionio incontrano quelle del Mediterraneo, visitiamo Portopalo di Capo Passero, con la vecchia tonnara, lo stabilimento per la lavorazione del tonno e la casa del Raìs. A pochi km di distanza, tra le coltivazioni di pomodoro, in un clima del tutto simile all'Africa, troviamo Pachino. Non ci resta che rifugiarci "al fresco" lungo la costa, dove non mancano i caratteristici baretti sulle spiagge non molto affollate.

Ragusa IblaIl rientro nell'entroterra prevede una tappa a Scicli, altra patria del barocco siciliano, e poi a Modica, la cui città alta, oltre al fascino delle viuzze antiche, offre una splendida vista sulla città bassa, per buona parte ricostruita dopo il terremoto del 1693. Modica è rinomata, non solo per il suo stile barocco, ma anche per la (più golosa) Cioccolata di Modica, una delizia difficilmente descrivibile a chi non l'abbia mai provata.

Ultima, in ordine di visita ma non d'importanza, Ibla o Ragusa Ibla, oggi quartiere di Ragusa, che ci incanta con le sue stradine semi ombreggiate, le sue piazze assolate, il fresco delle sue chiese barocche, il giardino Ibleo ed infine le numerose location offerte al cinema o televisione sparse per la città.

Nel prossimo tratto di viaggio vedremo Agrigento e la valle dei templi.

Continua...

Consigli

Siracusa
L'area camper Von Platen di Siracusa sorge un po' lontano dal centro storico dell'Ortigia, eventualmente raggiungibile in autobus di linea; in compenso è molto vicino al Parco Archeologico della Neapolis, al Museo Archeologico Regionale e alle catacombe di San Giovanni.
In tutta la città servono delle granite spettacolari: mandarino, anguria, fichi... ma per i più coraggiosi, in un chioschetto dell'Ortigia abbiamo assaggiato lo sgriccio: bevanda a base di seltz limone e sale.

Marzamemi
Il bagnasciuga dell'ampia spiaggia era una montagna di alghe, il campeggio piuttosto caro per i servizi che offre, le pizzerie del lungomare abbastanza disorganizzate... meglio farsi un giro nei locali zona vecchia tonnara ed andare a dormire altrove. La vecchia tonnara è davvero incantevole, anche di giorno, e nella piazza servono delle ottime gramolate.
Forse penserete che siamo fissati con granite e gramolate, ma provate voi a passare indenni una giornata di agosto a visitare città, paesi, monumenti o rovine in Sicilia...

Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari
La spiaggia Calamosche, ma non ad agosto! Se invece è agosto, quando arrivate al parcheggio dell'Agriturismo Calamosche, cercate di prenotare subito la cena all'agriturismo, la sera troverete senz'altro tutto esaurito!

Pachino
Sulla costa sud (mediterranea) della Sicilia, nei pressi di Marza, trovate un'area sosta camper direttamente sulla spiaggia. Inoltre, su tutto questo tratto di costa potete sostare a due passi dalla spiaggia, dove sorgono pittoreschi baretti.

Modica
Nel dedalo di stradine che uniscono la città bassa con Modica alta, troverete ottime locande e ristoranti dove mangiare, a patto di prenotare per tempo.
Di fronte al Duomo di San Pietro, in un vicoletto, trovate l'Antica Dolceria Bonajuto (tra le più antiche di Sicilia), vi faranno assaggiare tutto quello che volete prima di comprarlo: cioccolatini, torrone, cioccolato di Modica!

Ragusa Ibla
Ampiamente descritta su molte guide, possiamo solo aggiungere di fare attenzione agli orari di apertura delle chiese, cosa piuttosto singolare per edifici religiosi. La Cattedrale di San Giorgio, ad esempio, chiude per pausa pranzo!

Fotografie

Selezionate dall'archivio:

  • Teatro Greco
  • Palazzo Arcivescovile
  • Barca
  • Casette dei marinai
  • Lumini
  • Giardini Iblei
© 2013-2019 thomasmoore.it