Visitare l’Etna in camper

In camper sul più alto vulcano attivo d’Europa.

Visitando la Sicilia orientale è impossibile non imbattersi nella sua sagoma. Qui vi raccontiamo come si può visitare l’Etna e il modo più comodo per farlo viaggiando in camper.

Salita al Rifugio Sapienza

Il vulcano ha 2 principali versanti: quello nord e quello sud, noi siamo passati da quest’ultimo. Vi consigliamo quindi di salire da Zafferana Etnea e scendere da Nicolosi, o viceversa, valgono entrambe la pena. Lungo la strada noterete il passaggio che varia dal verde della vegetazione al nero delle colate di lava.

Una volta giunti al Rifugio Sapienza (1900 m) potete lasciare il camper negli ampi parcheggi e programmare il da farsi. A chi non se la sente di affrontare la salita, ma vuole comunque provare l’emozione di camminare sul bordo di un vulcano e ammirarne il paesaggio lunare, consigliamo le brevi passeggiate tra i Crateri Silvestri, a pochi passi dal parcheggio.

Crateri Silvestri

Funivia dell’Etna

Per chi vuole proseguire a salire, ci sono 2 modi: a piedi o con l’aiuto della funivia (circa 30€ a persona, consultate il costo aggiornato qui: funiviaetna.com).

Funivia dell’Etna

Se scegliete la funivia, in pochi minuti sarete a 2500 m con una vista stupenda sulle pendici del vulcano e, nelle belle giornate, fino al mare. Accanto agli impianti si trova un bar con generi di conforto e souvenir.

Qualunque sia il tempo alla base, ricordatevi di portare sempre con voi un abbigliamento adeguato all’alta quota.

Salita coi mezzi 4×4

Dall’arrivo della funivia è possibile proseguire a piedi, in mountain bike o effettuare un’escursione a pagamento (60€ circa con guida, funivia compresa) con i mezzi 4×4 che, solcando un polveroso deserto nero, vi porteranno su fino alla Torre del Filosofo (a 3000 m circa).

Torre del Filosofo

Lasciati i mezzi fuoristrada, è possibile effettuare delle passeggiate guidate tra i crateri (alcuni potrebbero essere fumanti) oppure proseguire ulteriormente a piedi l’escursione verso i Crateri Sommitali del vulcano.

Crateri Etna

Quassù l’abbigliamento adeguato è fondamentale in quanto non esistono strutture dove rifugiarsi in caso di freddo o maltempo.

Dormire sull’Etna

Verso sera, molte delle auto lasciano il parcheggio per scendere a valle e cala il silenzio. È il momento giusto per godersi una cena ammirando le luci di Catania, oppure l’Etna illuminato dalla luna o addirittura dai bagliori delle attività vulcaniche o più semplicemente un cielo stellato, prima di ritirarsi per la notte. Il parcheggio (a pagamento) non offre particolari servizi, ma è comodo e tranquillo.

Sosta camper rifugio Sapienza

—–

Riassumendo, vi consigliamo vivamente di effettuare questa visita dell’Etna da vicino. L’ampia scelta di soluzioni rende l’esperienza adatta a tutta la famiglia e personalizzabile in base a budget e livello di preparazione atletica.

Noi ci siamo stati in occasione del nostro tour della Sicilia in camper ed è uno dei ricordi più emozionanti che abbiamo di quel viaggio. Seguendo il link trovate tante altre foto, il percorso seguito e le coordinate delle aree sosta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5  +    =  9

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: