Viaggio in Toscana: arte e piccoli borghi

Per il weekend lungo del 1° Novembre siamo stati in Toscana, alla ricerca di piccoli borghi con un denominatore comune: l’arte.

Colonnata

Cominciamo però con una nota gastronomica: la prima sosta, a Colonnata, la facciamo per assaggiare l’omonimo lardo. Il borgo è minuto ma con diversi locali dove gustare il tipico salume. È possibile sostare nel parcheggio sotto la piazza principale, oppure in quello indicato come “Larderia La Stazione” prima dei tornanti che salgono in paese (850m), dove abbiamo visto diversi camper.

Colonnata non è nota solo per il suo lardo, ma anche per le cave di marmo bianco di Carrara, che ne modellano inevitabilmente il paesaggio. Dal centro, in poco più di un’ora di passeggiata nel bosco, saliamo in cima alla Cava Gioia, dove troviamo l’opera dell’artista brasiliano Eduardo Kobra: un murales del David di Michelangelo dipinto sul marmo che ne diede sostanza (sì, lo stesso del dipinto di Anna Frank ad Amsterdam).

Kobra David Michelangelo
Il David di Kobra – Cave di Carrara

Scendendo lungo la strada della cava (percorribile solo nei gg festivi!) e ammirando le impressionanti pareti bianche è impossibile non pensare alle opere che da millenni prendono forma da questa pietra candida.

Peccioli

Oltrepassiamo Lucca per raggiungere Peccioli, tipico borgo toscano sulle colline a sud di Pontedera. Sostiamo in un tranquillo parcheggio a nord dell’abitato. Nelle vie del centro sono visibili numerose istallazioni artistiche, mentre sulle campagne circostanti potete avvistare i Giganti di Peccioli (sculture umane di dimensioni ragguardevoli). Ci ha colpito particolarmente l’intervento architettonico di restauro e recupero del Palazzo Senza Tempo e la sua spettacolare terrazza panoramica.

Terrazza panoramica del Palazzo Senza Tempo – Peccioli

Ghizzano

Ultima tappa prima del ritorno: Ghizzano (frazione di Peccioli) e le sue case colorate, su progetto di David Tremlett (sì, lo stesso della Cappella del Barolo). Si tratta della via principale (Via di Mezzo) del piccolo centro, in cui le facciate delle case sono state colorate secondo un progetto artistico, senza snaturane il valore storico, ma che ne ha dato sicuramente molta visibilità mediatica.

Case colorate – Ghizzano

Raccontateci se siete stati in uno di questi posti nei vostri viaggi, o se ne avete altri da consigliare per i nostri fine settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20  +    =  27

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: